Facciamo splendere il tuo universo

Rendiamo gli ambienti più sicuri e confortevoli per chiunque li abiti, garantendo la manutenzione ordinaria estraordinaria degli edifici attraverso protocolli operativi certificati.

italservizi
Chiudi

Come funziona una bonifica post incendio? Tutto quello che c’è da sapere.

Affrontare i danni creati da un incendio nella vostra abitazione o nella vostra struttura commerciale o industriale, può risultare molto complicato. Proprio per questo ha bisogno dell’aiuto di personale qualificato che operi nel rispetto delle normative e della sicurezza.

Quando si sviluppa un incendio, sia esso più o meno distruttivo, è comprensibile pensare che il pericolo si nasconda solo dietro le fiamme. Però non è così.

Infatti, i gas che si sprigionano sono altamente nocivi e la fuliggine, un insieme di particelle di carbonio altamente cancerogene che si posa su tutti gli oggetti, gli arredi e anche in ogni più piccola fessura dei muri o delle strutture in legno, è estremamente dannosa per la salute di umani e animali.

Ecco perché è fondamentale bonificare tutti gli ambienti colpiti con procedure adeguate.

Il Ministero della Sanità, con il Protocollo n. 24482 del 31/07/1996, ha riconosciuto l’ozono quale “presidio naturale per la sterilizzazione e sanificazione di ambienti contaminati da batteri, virus, spore, muffe ed acari”. Questo trattamento provvede alla sanificazione dell’aria, delle suppellettili varie nonché di qualsiasi muro, pavimento, tessuto o moquette eliminando odori di vario genere quali muffa, acqua rafferma o fumo di incendio. Inoltre l’impiego dell’ozono, oltre alla garanzia di operare ecologicamente e grazie alla sua breve vita dopo l’interruzione della sua produzione, non lascia residui tossici, ma anzi si ritrasforma in ossigeno, il quale va ad arricchire gli ambienti appena trattati.

Vuoi un preventivo gratuito?

Chiamaci allo 06 30 36 16 43

La nostra impresa di pulizie, avvalendosi della collaborazione di tecnici specializzati, si occupa della bonifica a seguito di danni da fuoco, partendo da una corretta circoscrizione degli ambienti colpiti per evitare di compromettere gli spazi circostanti, fino allo smaltimento in sicurezza dei rifiuti. Il tutto provvisto di regolare certificazione.

Fondamentale è, ovviamente, arrestare i rischi che derivano dai residui della combustione, che sono tossici e ad alto potere cancerogeno. In base alla situazione che i nostri operatori si troveranno ad affrontare, per decontaminare e pulire l’area si potrà utilizzare azoto liquido, vapore secco e ghiaccio secco, cioè anidride carbonica allo stato solido. Proprio la tecnologia ice-blasting, anche detta criogenica, cioè che utilizza ghiaccio secco, è quella più indicata per questi scopi.

Consiste nel colpire le superfici da trattare con un getto di anidride carbonica (CO2) che, accelerato nella sabbiatrice criogenica con l’ausilio di aria compressa, provoca uno shock termico determinato dal contatto del ghiaccio secco con i vari materiali contaminanti.

L’immediato congelamento li polverizzerà e ne faciliterà l’asportazione senza lasciare alcuna traccia. Particolarmente adatto a spazi molto ampi, garantisce rapidità e rispetto dell’ambiente in quanto non utilizza alcun tipo di acido o solvente e non altera né intacca le superfici da trattare.