Facciamo splendere il tuo universo

Rendiamo gli ambienti più sicuri e confortevoli per chiunque li abiti, garantendo la manutenzione ordinaria estraordinaria degli edifici attraverso protocolli operativi certificati.

italservizi
Chiudi

Come scacciare i piccioni dal tetto?

Siamo tutti a conoscenza che piccioni e altri volatili sono un pericolo per la nostra salute.

Portatori di pulci, acari e zecche, la cui puntura può essere molto rischiosa per l’uomo, vanno necessariamente allontanati. Perciò, anche se consapevoli che ogni vita ha il suo valore, nei casi in cui fosse veramente seria la minaccia di danni al patrimonio artistico di una città (chiese, monumenti e anche abitazioni) o in caso di vero e proprio pericolo per la salute degli esseri umani, bisogna essere pronti a tutto!

Con la Legge n. 968 del 27/12/1972 i piccioni sono riconosciuti “bene ambientale” “patrimonio indisponibile dello Stato” mentre, con il Decreto Legislativo n. 333 del 01/09/1998, il Ministro della Sanità (in accordo con i Ministri dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato, e per le Politiche Agricole) equipara questi volatili agli animali allevati per la produzione di carni, pellicce o altro, ponendo così dei rigidi paletti circa il loro abbattimento indiscriminato.

In sostanza, si può ricorrere a metodi estremi solo nell’ipotesi in cui ci sia un serio bisogno di profilassi e lotta contro le malattie infettive e diffusive.

Proprio per questo, per poter avviare una corretta strategia gestionale, il primo passo da compiere è quello di stimare il più realisticamente possibile il numero dei colombi. Con un monitoraggio mirato, si può cercare di individuare quali colonie siano più riproduttive e anche quali sono i luoghi da loro preferiti per soste diurne e notturne.

Solo così si può decidere se adottare, esclusivamente in accordo con i Servizi Veterinari delle ASL competenti, sistemi drastici per ridurre la popolazione di questi volatili o se invece si può optare per il solo allontanamento.

La Italservizi si avvale di metodi incruenti ed ecologici e dispone di personale esperto in tecniche di dissuasione per l’allontanamento dei volatili. Vediamo ora insieme i vari sistemi adottabili:

Vuoi un preventivo gratuito?

Chiamaci allo 06 30 36 16 43

Dissuasore elettrico, costituito da una centralina che invia impulsi continui a bassissimo voltaggio che non uccidono i volatili, ma fanno in modo di rendere spiacevole il loro posarsi lungo i bordi di cornicioni, tetti o balconi.

Dissuasori visivi, cioè palloni gonfiati con elio e serigrafati con forme di rapaci di cui i piccioni hanno timore. Con l’aiuto del vento possono esserne spaventati e quindi si potrebbero allontanare.

Dissuasori acustici che, al pari di quelli visivi, spaventano i volatili con un congegno che replica il verso di un falco o di un gufo, predatori da loro molto temuti.

Dissuasori meccanici come reti speciali che limitano l’accesso ai volatili nei balconi, terrazzi o cortili interni; o come spilli che applicati a cornicioni, ringhiere o davanzali rendono altamente difficoltosa la loro possibilità di posarsi.

Altra opportunità è data dalla falconeria, sistema poco usato, ma che ci contraddistingue insieme a poche altre società. L’utilizzo periodico di veri falchi, guidati da falconieri esperti, stabilisce una territorialità che scoraggerà gli altri volatili a sostare nell’area presidiata dal rapace.

Puoi scoprire di più sulla nostra azienda visitando le pagine social Linkedin e Facebook.